Le slot machine ed il problema del gioco d’azzardo

Ancora non è dato precisamente sapere a che livello di “presenza sul nostro territorio” è arrivato il disagio della ludopatia. Le ricerche, le statistiche, gli studi che varie organizzazioni od amministrazioni hanno portato a conoscenza dei cittadini “normali” hanno sciorinato dati e controdati che si sono avvicendati in questi ultimi tempi sui giornali, negli eventi “contro il gioco d’azzardo”, negli ambienti politici. E’ avvilente, veramente avvilente che il nostro Stato non sappia -o non voglia sapere- qual’è la vera entità di questo disagio che così tanto è stato “mal dipinto” e che è stato considerato da più parti “il male di tutti i mali” forse paragonato alla droga ed all’alcool. I dati che ci vengono “propinati” un giorno, il giorno dopo vengono contraddetti e variati se non “alleggeriti” ma nel frattempo tutte queste notizie che male fanno al comparto gioco? Quanti operatori sono vessati in tutti i sensi da iniziative che vanno a turbare lo svolgimento di attività commerciali nelle quali si sono investiti fior di quattrini e di risorse umane? Va bene, siamo i primi a dire che qualcosa di importante nel settore va fatto, che regolamenti a livello nazionale ci vogliono, che normative esatte e che si possano seguire vanno esternate, ma siamo sicuri che far scomparire l’intero comparto del gioco non ci riporti ahimè al “vecchio gioco illegale” così tanto combattuto dal nostro Governo e da tantissimi anni con l’avvio del gioco pubblico legale?

Posted in Senza categoria

I commenti sono chiusi.