Scherzetto della lega nord al gioco d’azzardo online

Secondo Alberto Giorgetti, sottosegretario con delega ai giochi ed il Ministro per l’Economia e le Finanze Fabrizio Saccomanni un emendamento proposto dalla Lega Nord, approvato dal Senato, è inapplicabile ed inammissibile. Riassumiamo per i non addetti ai lavori: è passato al Senato, forse per un errore di voto da parte di alcuni senatori del PD, un emendamento appunto della Lega Nord che impegna il Governo Letta a varare in tempi rapidi, anche attraverso i provvedimenti d’urgenza, una moratoria di dodici mesi sul gioco d’azzardo online e sui sistemi di gioco d’azzardo elettronico in luoghi aperti al pubblico. Una vittoria strepitosa per la Lega che “osteggia” ormai dichiaratamente il settore dei giochi di intrattenimento e ci “rema contro a tutto spiano”, una vittoria che porterà uno scompiglio tremendo tra gli operatori.
Le aziende che operano nel mondo del gioco online sono tantissime ed hanno impegnato capitali e risorse umane ingenti in questo settore, sottoponendosi a regolamentazioni, normative, leggi e leggine che hanno reso il loro percorso costellato di ostacoli ed ora questo “fermo” di un anno metterebbe a dura prova il loro “restare in piedi” e comporterebbe gravissime perdite. E qui parliamo solo di quattrini e di impegno: ma che dire invece che “fermando” il gioco legale si avrebbe immediatamente un ingresso del gioco illegale? Un “ritorno al passato”, quindi, dove nel mondo del gioco d’azzardo “vigeva quasi solamente l’illegale” con grave rischio, al momento, di tutti quei giocatori che possono essere facile preda del sottobosco delinquenziale. Diremmo una bella vittoria di Pirro! Tutti i programmi e tutte le buone intenzioni di salvaguardare i più deboli dal gioco patologico, il controllo della distribuzione delle slot, la coordinazione tra Sindaci ed amministrazione centrale dove vanno a finire? Tanto lavoro vanificato per questa grande vittoria….

Posted in Senza categoria

I commenti sono chiusi.